0445 962162
mauriziodc21@gmail.com
Via Delle Ore, 71 - 36070 Trissino (Vicenza)

Gradi di Parentela

I Gradi di Parentela

Parentela è il rapporto giuridico che intercorre fra persone che discendono da uno stesso stipite e quindi legate da un vincolo di consanguineità. Sono parenti in linea retta le persone che discendo l’una dall’altra (padre-figlio), sono parenti in linea collaterale coloro che, pur avendo uno stipite comune (ad esempio il padre o il nonno), non discendono l’una dall’altra (fratelli o cugini). Nella linea retta il grado di parentela si calcola contando le persone sino allo stipite comune, senza cacolare il capostipite.

Nella linea collaterale i gradi si calcolano dalle generazioni, salendo da uno dei parenti sino allo stipite comune (da escludere) e da questo discendendo all’altro parente.

PARENTI

Parenti di primo grado:

  • figli e genitori (linea retta).

Parenti di secondo grado:

  • fratelli e sorelle; linea collaterale: sorella, padre (che non si conta), sorella;
  • nipoti e nonni; linea retta: nipote, padre, nonno (che non si conta).

Parenti di terzo grado:

  • nipote e zio; linea collaterale: nipote, padre, nonno (che non si conta) zio;
  • bisnipote e bisnonno; linea retta bisnipote, padre, nonno, bisnonno (che non si conta).

Parenti di quarto grado:

  • cugini; linea collaterale: cugino, zio, nonno (che non si conta), zio, cugino.

La legge non riconosce il vincolo di parentela oltre il sesto grado.

AFFINI

L’affinità è il vincolo fra un coniuge ed i parenti dell’altro coniuge (gli affini di ciascun coniuge non sono affini fra di loro). Il grado di affinità è lo stesso che lega il parente di uno dei coniugi e quindi:

Affini di primo grado: suocero e genero (in quanto la moglie è parente di primo grado con il proprio padre), suocero e nuora.

Affini di secondo grado: marito e fratello della moglie (in quanto la moglie è parente di secondo grado con il proprio fratello) moglie e sorella del marito ecc.

Affini di terzo grado: zio del marito rispetto alla moglie (in quanto lo zio è parente di terzo grado rispetto al marito-nipote) ecc.

Affini di quarto grado: cugino del marito rispetto alla moglie (i cugini sono fra di loro parenti di quarto grado).

Ricordiamo che i coniugi fra loro non sono nè parenti nè affini.

L’eredità si devolve al coniuge, ai discendenti legittimi e naturali, ascendenti legittimi, fratelli legittimi, collaterali, altri parenti fino al 6° grado, allo Stato. In ordine si escludono. Facciamo un esempio:

  • Se Tizio muore e lascia moglie e figli, i genitori e i fratelli sono esclusi dall’eredità.
  • Se Caio muore senza figlie e moglie, i fratelli e gli ascendenti erediteranno.

La legge che regolamenta le successioni è retta da due principi fondamentali che si limitano l’un l’altro: la libertà testamentaria e la trasmissione familiare della ricchezza. Nel primo caso si riconosce la libertà alla persona di disporre dei propri interessi oltre il confine della vita nei limiti previsti dalla legge. Il secondo principio prevede che in mancanza di testamento la legge riconosca nei rapporti di coniugi o/e di parentela fino al sesto grado un titolo a succedere cioè divenire eredi del defunto. Secondo questo principio della trasmissione familiare della ricchezza una quota (che varia a seconda dei casi) dei beni rimane sempre agli stretti congiunti detti – legittimari – (coniuge, figli legittimi e naturali e ascendenti in mancanza di figli).

ARCHIVIO INFORMAZIONI E DOCUMENTI UTILI

Successioni e Donazioni

La donazione richiede la forma dell’atto pubblico, cioè dell’atto notarile, con l’assistenza di due testimoni a pena di nullità. Il contratto è…...

Leggi

Accettazione di Eredità

Il chiamato all’eredità ha la libertà di accettare o di rifiutare quanto la successione gli prospetta. L’accettazione si esprime con atto scritto…...

Leggi

Gradi di Parentela

Parentela è il rapporto giuridico che intercorre fra persone che discendono da uno stesso stipite e quindi legate da un vincolo di…...

Leggi

Cosa fare in caso di decesso

In caso di decesso in struttura sanitaria richiedere al caposala il foglio con le istruzioni di comportamento che generalmente la Direzione sanitaria…...

Leggi

Un ultimo saluto

I Nostri Servizi

Organizziamo con discrezione e cortesia servizi funebri completi operando 24 ore al giorno festivi compresi.

Seguiamo i nostri clienti in questo momento delicato occupandoci nel dettaglio di tutte le incombenze, dimostrando conoscenza del settore e delle normative vigenti.

I nostri principali servizi:

cc reperibilità 24 h su 24 h per preventivi e consulenze
fiori funeralecc disbrigo di tutte le pratiche burocratiche e cimiteriali
cc pagamento anticipato di tutte le spese comunali e sanitarie
cc cremazione
cc esumazione, estumulazione e traslazione salma
cc trasferimento salma
cc cofani in diverse essenze di legno
cc vestizione salma
cc allestimento camere ardenti
cc trasporti nazionali e internazionali con carro funebre
cc applicazione epigrafi, ringraziamenti, foto ricordo
cc addobbi floreali
cc necrologio su quotidiano
cc lavori e manutenzioni cimiteriali

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Contattaci subito

Puoi contattarci 24 ore su 24 tutta la settimana. Siamo qui per aiutarti. Grazie della fiducia.

Via Delle Ore, 71
36070, Trissino
Provincia di Vicenza
mauriziodc21@gmail.com
0445 962162

De Cao Onoranze Funebri vi ringrazia di cuore per i 50 anni di fiducia dimostrataci.